giovedì 19 agosto 2010

A Te!





Lei non c'è più, è morta, lontano
una dolce cara amica a cui devo molto e non so far altro che mettere su carta quattro brutte parole


a te che eri l'Amica vera e sola
a te che con uno sguardo sapevi consolarmi o rimproverarmi
a te che conoscevi ogni mio segreto e li rispettavi capendoli
a te che mi confidavi i tuoi e li rispettavo capendoli
a te che chiamavi "gatto" il tuo gatto e "cane" il tuo cane, perchè quello erano dicevi
a te per la quale vorrei saper rubare le parole a Guccini, che adoravi, per cantartele
a te che hai gettato al vento quel "pezzo di carta"
per il quale avevi sudato testi e nozioni per andare a fare ciò che il cuore di imponeva
a te che sei finita in quel buco in culo all'Africa e ti sentivi viva nel donarti agli altri
a te che sorridevi al mio esser per tutti Master E e per te il fratellone, l'Amico, il Padre e la Madre che non avevi più e sapevi fino in fondo ciò che ero e sono
a te che con qualche riga di mail sapevi dirmi tutto e che ti bastava leggere una mia parola per capire tutto
a te che ora egoisticamente ti vorrei accanto perchè ne ho bisogno, e non ci sei, non ci sarai più
a te che mi mandavi affanculo con rabbia ed un sorriso quando me lo meritavo
e mi baciavi su una guancia sporcandomi di rossetto quando, raramente, me lo meritavo
a te che non hai potuto neppure dirmi ... "tra poco non mi vedrai più", perchè neppure tu lo sapevi o immaginavi
a te con la quale ora sono incazzato nero perchè son venuto a sapere del tuo non esserci da un estraneo e dopo troppo tempo
a te che non hai lasciato neppure una tomba su cui piangerti
ma solo sabbia ricoprire cio che di te resta
e mi piace pensare che il vento sollevi quella sabbia per portarla a me e sussurrarmi ciò che solo tu sapevi dire, con le parole giuste, con un gesto, uno sguardo
a te che sorridevi quando ti parlavo di facebook, ma non criticavi mai nulla di me
a te che amavi cio che scrivevo e non pubblicavo
a te che amavi cio che scrivevo e pubblicavo sorridendo delle "ammiratrici" che mi rispondevano
a te che hai condiviso tutti i miei dolori e tutte le mie gioie
a te che non ci sei più e mi manchi e non so scriverlo come meriti
a tutti Voi che vorrete leggere queste righe tristi e forse vorrete spargerle tra i Vostri amici perchè siano una muta preghiera per una dolce e stupenda amica che non c'è piu
per te non posso che firmarmi ...  



E.

7 commenti:

  1. non ci sono parole, bellissima.
    paginab

    RispondiElimina
  2. Avere un Amico che esprime parole cosi è stupendo.
    kiss fata morgana

    RispondiElimina
  3. Un'amicizia così speciale, unica e incondizionata: portala sempre nel cuore.
    Ai più spesso è negata una simile emozione.
    D.Luvi

    RispondiElimina
  4. aver avuto la possibilità di vivere un incontro così....è cosa preziosa e rara, avrà certamente contribuito a farti diventare quello che sei.
    ....ti accompagnerà sempre...milou

    RispondiElimina
  5. Sono convinta che tu abbia avuto la fortuna più grande al mondo: conoscere cosa significa avere un amico, vero...
    Sei fortunato... e ovviamente lo era anche lei.
    Questa cosa non morirà mai... esisterà per sempre, oltre tutti quanti noi.

    RispondiElimina
  6. "Questo giorno è finito. Si chiude su di noi come il giglio acquatico sul suo domani.
    Serberemo quello che qui ci è stato donato, e se non sarà sufficiente, ci ricongiungeremo per tendere ancora le mani verso colui che dà. Tornerò a voi, non dimenticatemi. Sarà tra breve, e il mio spirito raccoglierà polvere e saliva per un altro corpo. Sarà tra breve, un attimo di calma nel vento, e un'altra donna mi partorirà". (Gibran)

    RispondiElimina
  7. Grazie per queste parole Anonimo

    RispondiElimina